Nicolas Jeantet fa manutenzione alla raven Max di Lisa Rabensteiner - Ph: Michele Mondini

Pioggia sole sole pioggia…

Qui il tempo è in continuo cambiamento, almeno 3 o 4 temporali al giorno e questo ci fa lavorare un po più del solito.
Fortunatamente la prima prova del giovedì la abbiamo fatta praticamente all’asciutto, così siamo riusciti a provare molto bene traiettorie e prendere dimestichezza con i mille passaggi tecnici.

Nicolas Jeantet fa manutenzione alla raven Max di Lisa Rabensteiner - Ph: Michele Mondini
Giovedì pomeriggio e notte ha piovuto abbastanza così, per sicurezza, abbiamo preparato gomme da umido/fango per le prova di oggi.
Durante il riscaldamento, tastando un po il percorso, ci siamo resi conto che non era fangoso. Ma soprattutto con tutte le rocce che ci sono, non possiamo permetterci coperture eccessivamente tassellate per evitare il rischio di scivolare o slittare con conseguente caduta.
Così cambiamo copertura, RACE KING DA 2.2 a 1.0 bar di pressione e via a provare il giro. Pensiamo di avere trovato il giusto assetto per le nostre Reven, ma prima di svelarlo dobbiamo effettuare gli ultimi test di domani.

Nicolas Jeantet fa manutenzione alla raven Max di Lisa Rabensteiner - Ph: Michele Mondini

Un particolare del correre fuori dal nostro continente è il fatto che volando possiamo portarci il minimo indispensabile, così ci ritroviamo a non avere il nostro bel paddock attrezzato come siamo normalmente abituati. Io non mi sono adattato niente male…. Mi trovo a lavorare nella grande sala del nostro mega appartamento canadese con l’aria condizionata… Forse mi sto abituando un po troppo bene!!

Un saluto
Jeantet Nicolas0

Hey, like this post? Why not share it ?