ago 26 2015 · 0 comments · Lorenza Menapace, Pensieri · 4

Seconda parte di stagione – here again!

E dopo tre settimane di stop da gare, fatte di allenamenti mirati e di distanza, eccomi alla vigilia della partenza per l’Italiano Marathon.

Ho fatto tutto quanto potevo fare per prepararlo bene, inizio agosto training in quota con lavori giornalieri si 5/6 ore sul Brenta, riposo, allenamenti fuori soglia mirati, forza e resistenza, forza resistenza e chi più ne ha più ne metta.

Ho cercato di recuperare uno stato di forma discreto per un “maratoneta”, mi sono alimentata a dovere, riposato il giusto.

Ora si preparano i bagagli per Nemi e per la seconda parte di stagione, con un settembre ed inizio ottobre da non sottovalutare partendo proprio dall’Italiano.

La mia Raven è pronta (ringrazio Niki per aver fatto la revisione alla mia piccolina)…e domani si parte per la capitale.

Studiero’ in tre giorni il percorso, cercando di capire le insidie che posso trovare, cerchero’ di affrontarlo in modo sereno e deciso….come un guerriero della Luce.

Ora terminiamo questa giornata d’ufficio, una sgambata, qualche ora di sonno e poi si parte.

A presto Lori

lug 20 2015 · 0 comments · Lorenza Menapace · 1

Plan de Corones Bike Race 2015 – work hard… have fun!

75 km e 3500 metri di dislivello attivo.

Salite che arrivano fino al 29% discese di 800/1000 metri negativi che mettono a dura prova le mie manine e gli 80 mm della mia super forca.

Adrenalina allo stato puro, divertimento, montagne che ti tolgono il fiato.

Decisa a non perdere l’ennesimo podio a questo grande evento, cerco mentalmente di non forzare mai la gara e di procedere con entrama regolarità.

Scollino in seconda posizione su in cima a Plan de Corones, precedendo di pochi secondi una cerca Katrin Schwing, già vincitrice della Sella Ronda Hero, Transalp, Cape Epic

la prima parte di discesa tecnica mi permette di non farla scappare ma quando la discesa si fa veloce vedo la livrea rosa maculata andare sempre piu lontano….

La riprendo sulla seconda salita, o meglio mi riavvicino ma poi la discesa me la fa scappare via di nuovo…e cosi via per i 3500 metri.

Le sansazioni sono buone, la gamba gira, capendo che è impossibile, a meno di qualche incidente, cambiare la mia posizione in classifica, cerco di procedere ancora regolare, per non

saltare all’ultima salita che presenta una ultima salita di 1,5Km al 25/28%…tutto va alla grande..l’ultimo bike park che da quota 1800 mi porta ai 1200 mi distrugge le mani…ma mi diverto

come una bimba!

Podio 2015 alla Plan de Corones Bike race…felice e soddisfatta di una giornata, calda, incredibile, piena di luce in tutti i sensi.

Work hard…have Fun!

Lori

lug 13 2015 · 0 comments · Debriefing, Lorenza Menapace, Pensieri · 2

Dolomiti Super bike – Explore the Legend

…quando ruote, testa, gambe, cuore, fisico, occhi, naso, braccia…sono all’unisono,

quando solo i piedi ti fanno male (e non capisco ancora la ragione di questo)

quando la polvere nei trenini lungo il lago di Misurina non ti fa vedere le tue avversarie all’orizzonte

quando l’essere troppo magra ti fa andare in crisi di fame sull’ultima salita dopo 85 km e 3000 metri di dislivello

quando la Coca Cola ti salva dalla crisi di fame…

quando un single track in discesa ti fa fare la differenza con le altre, anche con una front….

quando tutto questo gira come deve girare….allora CONCLUDI e con il mio piccolo record personale, LA DOLOMITI SUPER BIKE!!

6.06 H 8^ POSTO ASSOLUTO…300 donne…40 nazioni…

that’s MBT!!! HAVE FUN!

lug 02 2015 · 0 comments · Debriefing, Pensieri · 1

La bellezza di faticare senza faticare

Dolomiti Brenta Bike, le mie dolomiti di Brenta, la mia casa, i miei percorsi.

Questa volta ho scelto il classic, dopo la 100 km dei forti ed in vista della Sella Ronda Hero 6 gg dopo puo’ bastare..45 km e 1500 metri circa di dislivello tra i miei boschi. In testa dall’inizio alla fine, con l’intento di ritrovare quelle sensazioni di benessere che erano sempre state parte di me

mentre pedalavo e che temevo di aver perso. I miei amici bike di ogni gionro che mi incitavano e con un sorriso mi hanno accompagnata al traguardo.

semplicemente Gioia…..6 giorni dopo….la storia è un poco diversa, alzataccia alle 5 per fare colazione, partenza alle 7.30, dietro alle  circa 70 fortunate donne che rappresentano la loro Nazione, ci siamo noi, altre 80 donne che rappresentano se stesse. La Sella Ronda Hero….un evento sportivo, mediatico, personale.

Belle sensazioni per me, scollino ad ogni passo con questi tempi: Dantercepies 22^ posizione assoluta, campolongo 34ma posizione assoluta, Pordoi 29 posizione assoluta……il Sella….i crampi che arrivano…io che rallento ma che non scendo dalla bike e vedendo una ragazza polacca davanti a me ce la metto tutta per raggiungerla…la prendo e la passo…ma scollino 47ma, perdo qualche posizione sulla generale…ma sto bene molto bene, passata la crisi le gambe rispondono ancora molto bene…siamo a 3400 metri di dislivello fatti e tutto va  per il meglio..concludo con un 2^ posto nel corto delle donne fuori dal Mondiale e un 34mo posto assoluto sulle 150 donne partenti….felice, soddisfatta…appagata..ritrovata…a presto Lori

giu 15 2015 · 0 comments · Debriefing, Lorenza Menapace · 4

100 km dei Forti

E fu cosi, che 11 giugno mi è stato dato l’ok per tentare una marathon…e come non iniziare con una 97 km!??!?! con quasi 3000 metri?!?! poco male…proviamoci.

Una notte passata in bianco con la paura di non terminare la gara, del resto nemmeno in allenamento ho pedalato piu di 3 ore…e qui si va almeno intorno alle 5h15.

Fango, acqua, grandine e freddino….con un venticello che dava la sensazione di non indorrare nemmeno le scarpettine da quanto entrava nei vestiti…

Tutto bene, partenza tranquilla e al 15mo km mi trovo in seconda posizione dopo aver superato la giovane della Lee Coogan Fasolis…tutto prosegue alla grande con io e la FAsolis che ci scambiamo le posizioni, poi passate dalla Zocca, la riprendiamo e la passiamo, la Fasolis va in crisi in salita, io tengo la seconda posizione fino al 60 km, quando priva di cibo che avevo terminato ed energie e infreddolita mi ritrovo praticamente ferma ad affrontare i 20 km consecutivi della seconda salita.

Un ora davvero dura, durante la quale ho deambulato al punto ristoro alla ricerca di qualcosa da mangiare e con la consapevolezza che stavo rovinando tutto.

Ancora crisi e fame….e dopo un ora finalmente (al 82mo km) rinasco e torno a pedalare bene (il cibo era entrato in circolo), finisco in 4^ posizione una 100 km che con un allenamento adeguato potevo terminare tranquillamente in seconda posizione.

MI accontento consapevole che essendo la mia prima marathon e non avendo mai fatto allenamenti lunghi…ho terminato con ancora qualche energia in corpo.

Le cose non possono che migliorare…e stanno migliorando.

a presto Lori….che bello pedalare ore ed ore…..mi da gioia

Emilie Collomb in prova sul tracciato di Nove Mesto Na Morave - World Cup - Ph: Michele Mondini mag 26 2015 · 0 comments · Emilie Collomb · 2

La mia prima esperienza con il team in Coppa del Mondo

L’avventura con il team continua con la seconda prova di Coppa in Germania. Pur tenendo la concentrazione sulla gara di sabato, l’inizio settimana la dedico a recuperare un po’ di energie, con qualche sgambata tra le montagne e gli ampi pratoni in fiore di Albstadt. :) Purtroppo il maltempo ci sta perseguitando da più di una settimana, le temperature sono basse e la pioggia non perde un colpo, ma tutto sommato sono talmente tranquilla e serena qui in compagnia della squadra che nemmeno ci faccio caso: le risate non mancano mai tra noi e anche i momenti più difficili li superiamo tutti assieme, come una vera e propria famiglia!
Queste due settimane sono un’esperienza importante per me, correre ad alto livello mi permette di affrontare situazioni impegnative, ma di grande insegnamento. Sto imparando a tenere duro, a mettermi in gioco anche quando le premesse non sono ottimali. Sono davvero contenta di questa opportunità, la vivrò pienamente fino all’ultimo, accetterò le fatiche e le situazioni scomode perché io sono qui per crescere e la squadra è il mio più grande appoggio.

Emilie Collomb sulla Small Worldcup di Montichiari - Ph: Michele Mondini apr 15 2015 · 0 comments · Debriefing, Emilie Collomb · 3

Un mucchio di pensieri dal Trofeo Delcar

Finalmente ho trovato un momento in cui ho la testa libera per mettere in fila alcuni miei pensieri sullo scorso weekend.
La scuola non mi da tregua e scoprire di dover partecipare ad una piccola coppa del mondo in anticipo non ha aiutato di certo. 😛

Volevo fare un esperimento e scrivere qualcosa senza regole che potesse trasmettere la frenesia che c’è nella mia testa quando devo partecipare ad un evento importante:

Gente che già tifava, bimbi che ti passavano davanti con dei gelati da fare invidia.
Il profumo delle brioches, del caffè dei bar.
Risate, commenti, abbracci, strette di mano.
Subito il rumore dei rulli, dei cambi, dei pedali!
La lunga attesa in griglia, la tensione che saliva, l’assicurarsi di aver allacciato bene il casco e le scarpe nonostante lo sapessi già, giusto per scaricare in qualche modo quella sensazione di voler spingere il più in fretta possibile sui pedali.
Sentivo il manubrio delle altre toccare il mio, la ruota di quella dietro scalciare distrattamente la mia (sì, stavo per girarmi per guardarla male! 😛 )

Poi ad un tratto ho sentito: “30 secondi alla partenza!” e il mio pensiero è stato : “speriamo di uscire viva da questo lancio…” 😀

Tutto è andato bene, anche se la parte più tosta è arrivata dopo!!
Un ritmo alto fin da subito ha reso il primo giro impegnativo e i tratti duri non lasciavano respirare un secondo.
Il terreno secco e polveroso mi dava una sensazione di eccessivo caldo, nonostante le temperature fossero ancora primaverili.
La polvere si attaccava alla pelle sudata, almeno se cadevi non sembravi più sporco degli altri e potevi persino far finta di niente!

A parte gli scherzi, sono contenta di questa esperienza e ancor più onorata di aver corso con atlete di alto livello: c’è tanto da imparare e per crescere bisogna anche confrontarsi!
Porto a casa un buon 18esimo posto e sono sempre più felice di sapere che tanta gente è venuta a farmi il tifo! Grazie a tutti!

Alla prossima!

1DS_4180 mar 14 2015 · 0 comments · Emilie Collomb, Pictures · 4

Il mio nuovo spazio

Ciao a tutti! Questa è la sezione dove potervi rendere partecipi delle mie esperienze, facendo due passi tra le emozioni che questa stagione mi porterà!

Si apre un nuovo capitolo per me: arrivata da una stagione difficile e sottotono, sono alla ricerca del mio equilibrio e della concentrazione necessaria a preparare gli eventi importanti.

Il team si è dimostrato fin da subito il luogo ideale per perseguire i miei progetti grazie al suo clima tranquillo e positivo.

L’amicizia che si sta creando nella squadra è importante: spesso accade che tra ragazze nasca un clima velenoso di rivalità e invidia, ma con Greta e Lisa il rapporto è ben lontano da questo. So che posso contare su di loro, ci confidiamo e ci aiutiamo. Sono sicura che ognuna di noi possa imparare qualcosa dalle altre.

Recentemente ho passato un bel po’ di tempo con Lisa, durante il ritiro con la Nazionale a Follonica. Siamo riuscite a fare qualche allenamento su strada assieme, abbiamo passeggiato sulla spiaggia, bevuto qualche caffè e abbiamo iniziato a capire chi è la più disordinata fra le due, forse però, lo sapevamo già. :)

Il bello delle trasferte assieme è soprattutto capire ognuno di noi è fatto al suo modo e imparare ad adeguarsi di conseguenza, magari sbuffandoci sopra o magari prendendosi in giro vicendevolmente. 😉

Durante quei giorni di allenamenti impegnativi ci sono stati anche dei momenti di tranquillità e di divertimento con il team: abbiamo inventato un nuovo gioco che si chiama “lanciamociaddossolescarpediemilie”… non mi è ancora chiaro chi abbia vinto, però ho scoperto di avere delle doti nascoste nella lotta libera e nel Kung Fu!

Anche il primo ritiro invernale a Massa Marittima è andato alla grande! Lì abbiamo incominciato a gettare le basi per la stagione con qualche uscita in compagnia.
Per incominciare a “scaldare il motore” ho partecipato alla gara di Laiguelia e alla gran fondo di Bardolino. Era da ben 7 mesi che non correvo e mi mancava tutto ciò! I risultati non sono stati dei migliori, ma il mio obiettivo per l’inizio stagione è quello di ritornare più sicura di me stessa e delle mie capacità.

Greta Seiwal stremata dopo una gara sempre all'attacco. - Ph: Michele Mondini mar 09 2015 · 0 comments · Debriefing, Greta Seiwald · 2

La mia prima Granfondo

Sono molto soddisfatta della mia prima granfondo. Un 5º posto assoluto tra le donne open e un primo posto tra le junior. 40km e 1000m di dislivello. Le gambe girano!!!

Non vedo l’ora di fare la prima gara internazionale d’italia il 15 marzo a Maser!

Lisa Rabensteiner e Greta Seiwald con i nuovi occhiali Adidas - Ph: Michele Mondini mar 07 2015 · 0 comments · Lisa Rabensteiner, Pensieri · 1

Una lenta ripresa…

Una settimana fa sono tornata a casa da Follonica dove sono stata in ritiro con la Nazionale.
Per 14 giorni mi sono allenata con le altre ragazze e devo dire che è stato un bel periodo nel quale sono riuscita a stare in bici un paio di ore al giorno.
È stata una buona conferma, visto che questo inverno sono dovuta rimanere ferma 6 mesi in seguito all’operazione al piede.
Ascoltando i racconti delle mie compagne di squadra, mi è un po’ dispiaciuto non essere stata in ritiro con loro… alla fine, però, sono riuscite ugualmente a non farmi sentire sola visto che  nei momenti liberi sono passate a trovarmi: Follonica è molto carina per passeggiare!
Durante le riprese per un’intervista sono anche riuscita a scambiare quattro chiacchiere con Gianni e Moreno!
Ora manca poco per cominciare la stagione! Domenica io e la mia nuova bici siamo i griglia la prima volta nel 2015! Non vedo l’ora di partire! :)
Anche dopo una giornata di allenamento, una passeggiata sul mare mi permette di appropriarmi delle mie emozioni - Ph: Michele Mondini mar 05 2015 · 0 comments · Lorenza Menapace, Pensieri · 4

La calda accoglienza dell’Isola di Sal

Sei giorni pieni di sensazioni fisiche, mentali e spirituali intense e forti.

Sei giorni di fatica accompagnata dalle allegre risate di nuovi compagni di allenamento, quando l’allenamento non si finalizza esclusivamente ad un impegno fisico che ti porta a migliorare la prestazione  ma diventa uno scambio di esperienze tra uomini e donne che portano divise e colori diversi ma che nutrono una sola passione la MOUNTAINBIKE.

Sei giorni di ore ed ore di pedalate piacevoli ma di tantissima fatica, accompagnate dal Vento, il Sole, l’Oceano, il bianco della sabbia l’azzurro del Cielo… come non amare questo unico sport dal quale si trae energia positiva ad ogni pedalata. Un movimento continuo, perfetto…senza inizio e senza fine…un respiro e tutto diventa buoi in un dolce riposo che l’indomani mi riporta piena di carica ad una nuova pedalata.

Greta Seiwald indossa il cappellino Adidas, nuovo sponsor di Focus Xc Italy team - Ph Michele Mondini feb 16 2015 · 0 comments · Greta Seiwald, Pensieri · 3

Nuovo ritiro in Maremma

Sono arrivata al Casale Aronne già da un paio di giorni, qui riesco ad allenarmi adeguatamente senza prendere troppo freddo.
Stare con i miei amici mi fa pesare meno anche il dover studiare economia… ma non devo pensare che al mio rientro dovrò sostenere un’interrogazione in questa materia! Speriamo vada tutto bene!